lunedì 31 dicembre 2007

domenica 30 dicembre 2007

le suore falsarie di sant'euro (parte quinta)

Gli anni novanta sono particolarmente importanti per le suore falsarie di Sant'Euro. La crescita del loro giro d'affari, che terminerà - come sappiamo - nel 1997 con la grande retata risultante all'indagine "Pinguine Pulite", le porterà a possedere alberghi in giro per il mondo, una catena di ristoranti, alcuni fast food e una casa di produzione di dolciumi (chiusa tuttavia nel febbraio '96, quando si scoprì che l'attività serviva esclsivamente a permettere il riciclaggio di ostie di contrabbando). Si può dire che la chiusura della pasticceria sia stato l'inizio del tracollo per le Suore Falsarie del Convento di Sant'Euro, ma godiamoci adesso una bella immagine di quei primi, felici giorni del 1996, in cui Suor Treppiede prepara e impacchetta le mazzette fresche di stampa.

venerdì 28 dicembre 2007

chirurgia

mercoledì 26 dicembre 2007

malato grave

lunedì 24 dicembre 2007

balla che ti passa

domenica 23 dicembre 2007

le suore falsarie di sant'euro (parte quarta)

Nel giugno del 1931, per la prima volta dall'inizio della loro illecita attività, le suore di Sant'Euro sono vittime di un'indagine sul proprio conto. Unite contro le forze dell'ordine (che, da brave peccatrici, avevano l'ardire di ritenere la propria giustizia superiore a quella del signore Lacrima Christi), le consorelle organizzarono una tenace difesa per il processo che le avrebbe viste al banco degli imputati. Schedate come principali sospetti, tuttavia, le monache dimostrarono inequivocabilmente la propria innocenza smascherando le vere responsabili: due orfane che al convento avevano trovato rifugio qualche mese prima. Nella foto assistiamo al momento decisivo del processo, quando le orfanelle furono messe davanti alle proprie responsabilità.


venerdì 21 dicembre 2007

ipocondria

mercoledì 19 dicembre 2007

oggetti smarriti

lunedì 17 dicembre 2007

chi va piano ...

domenica 16 dicembre 2007

le suore falsarie di sant'euro (parte terza)

Dopo alcune discussioni iniziali, a qualche anno dall'inizio dell'attività le suore di Sant'Euro sono ormai lanciatissime e sicure di sé. Nel 1922, infatti, sostituiscono i loro vecchi telai adattati alla stampa delle banconote false con delle stampatrici tutte nuove, alle quali negli anni seguirono modelli sempre più precisi e sofisticati. Tali macchine permisero un notevole incremento della produzione, al quale seguì la necessità di aumentare il personale addetto alle varie fasi del processo di stampa. Nella foto si vedono chiaramente i modernissimi (per l'epoca) macchinari nuovi, nonché alcune nuove assunte intente ad apprendere il mestiere.

venerdì 14 dicembre 2007

cose che non si possono dire



giovedì 13 dicembre 2007

maisha... a bergamo


Allora... sì, è vero, l'immagine l'ho rubata a Fabiano Ambu, che l'ha messa sul suo blog proprio per pubblicizzare questo evento. E non gli ho nemmeno chiesto il permesso.

Perché sabato 15 dicembre (dopodomani, insomma) io, il suddetto Ambu e Michela Da Sacco saremo a Bergamo per presentare il primo volume di Maisha. Un libro bello bello realizzato da autori fighi fighi che non dovrebbe mancare in nessuna casa casa. Ci trovate presso la fumetteria Arcadia Oltre le Nuvole, in via Don Luigi Palazzolo 32.

E sì, lo potevo annunciare anche prima visto che l'appuntamento è fissato da un mese e mezzo. Ma me n'ero dimenticato.

Pirla chi manca!

mercoledì 12 dicembre 2007

malessere

lunedì 10 dicembre 2007

moka!

domenica 9 dicembre 2007

le suore falsarie di sant'euro (parte seconda)

1908. Le suore del convento di Sant’Euro esaminano i loro primi risultati, che nel giro di qualche mese metteranno in circolazione. Si dice che questa foto sia stata scattata nel corso di una “riunione dei capi”, in cui le responsabili della stamperia clandestina si sarebbero accapigliate per il diritto di essere le prime a spendere il denaro falso proveniente dalla loro tipografia privata. Ad avere la meglio fu Suor Calendula, che inserì la prima banconota da dieci nella cassetta della questua per manifestare il suo odio latente verso i sudici barboni che ogni settimana mangiavano a spese dei fedeli. La seconda banconota fu spesa invece da Suor Gianmarco, che acquistò una serie di modellini dei personaggi di Hellraiser.


sabato 8 dicembre 2007

si parla di lei

dopo la recensione (stroncatura) pubblicata qualche tempo fa da de-code, si continua a parlare di maisha grazie all'impegnata intervista realizzata da danielaz di yattaaa. La potete leggere cliccando su questa simpatica e deliziosa scritta blu. sempre lì, ci sono anche due fantastiche tarme inedite realizzate appositamente per loro.
(sì, questo post ve lo beccate senza immagine alcuna perché così mi va)

venerdì 7 dicembre 2007

indovina indovinello...

mercoledì 5 dicembre 2007

parole forti

lunedì 3 dicembre 2007

domenica 2 dicembre 2007

le suore falsarie di sant'euro (parte prima)

All'inizio del secolo, alla tradizionale attività del telaio le suore del Convento di Sant'Euro affiancarono un nuovo business, destinato nei decenni successivi a renderle famose (soprattutto a seguito del loro arresto, avvenuto tuttavia solo nel 1997). Nell'immagine, uno dei primi telai modificato alla bisogna.